Una cosa civile

Standard

Fate, se volete, una cosa civile. Andate sulla pagina dell’Huffington Post, quella che raccoglie i commenti nei social che riguardano il malore di Bersani, vi scegliete un tizio – ne basta uno – che esulta e gli augura la morte. Poi, se vi va, gli scrivete, in posta privata, per evitare flame, una cosa del tipo: “Buonasera, mi chiamo (nome e cognome)* e credo che lei abbia scritto una cosa davvero incivile. Capita, sui social, di andare oltre. Siamo tutti fallibili. La cancelli, ci fa una figura migliore. Cordiali saluti”. Poi guardate l’effetto che fa. Una (risposta) garbata li seppellirà. Forse.

* Nota per Vito Crimi: non devi scrivere “nome e cognome”, devi scrivere “Vito Crimi”

109 pensieri su “Una cosa civile

    • Ragazzi, e mi rivolgo a tutti. Non siate troppo affrettati a cercare un nemico. E’ una guerra tra poveri. Il buon Bersani è in buone mani e NESSUNO può augurargli la morte seriamente. Come a nessun altro. Anche perché vi rivelo un segreto: augurare la morte non ha nessun effetto. Ma siamo italiani, e purtroppo questa affermazione suona sempre come una cosa negativa. Non siamo mai stati capaci di onorare questa appartenenza, perché il solo termine “patriota” ha sempre avuto il difetto di assumere l’essenza di apologia di reato. (dal ventennio in poi). E allora ci teniamo strette la scaramanzia, la cucina, gli abiti, i luoghi comuni… e non sappiamo fare altro che fare dei commenti per accendere faziosità inutili in un momento in cui sarebbe molto meglio stare tutti zitti. Si, lo so, me compreso. E infatti mi scuso. E’ solo che veder scritte frasi che mal celano l’appartenenza all’una o all’altra sponda col pretesto di insegnare la civiltà a qualche cerebroleso mi ha fatto scattare d’impulso! Questo tipo di civiltà non si insegna! Non ad un individuo che ha la conoscenza ed i mezzi per postare una frase su internet. Quella persona NON VUOLE essere civile. Lasciatelo cadere nel nulla come guano di uccello che cade in una pozzanghera. Se avrà fortuna un giorno capirà. Se non ne avremo noi un giorno andrà al governo.
      Ci fanno scegliere tra destra e sinistra, e non ci accorgiamo che la “pappa” è sempre la stessa: crediamo di scegliere, ma non è così. Le cose sono sempre andate male. come mai? Il benessere di pochi a discapito di tutti gli altri.
      Cercate la storia non scritta.
      E lasciate in pace chi sta male. Sia che sia famoso e abbia tutte le cure. Sia che sia un povero contadino della Sila che con un emorragia cerebrale ci muore in mezzo ai campi e nessuno ne parla. E nessuno lo soccorre.
      Buona fortuna a tutti.
      Mario.

      • keith

        Vorrei essere d’accordo con te, vorrei sperare che il tempo in sè, sia guaritore, ma ho timore che non sia cosi. Credo che per troppo tempo abbiamo lasciato fare. Per troppo tempo abbiamo confidato in qualcosa, che se all’inizio non c’era, ma se la giocava con un filo di speranza, poi, non trovando opposizione è diventata stile di vita legittimato.

        Credo che a 360°, l’invito di Bottura sia utile per far capire senza se e senza ma, che c’è una parte di noi che non ci sta. E’ finito il tempo del silenzio (anche in buona fede)

        Fatto questo possiamo lasciare che cada come guano. Ma non farlo potrebbe essere una responsabilità pendente sul nostro vivere, grande come una portaerei.

        • Ho una sorella che da un paio di anni è stata catturata dall’Alzheimer, l’ultima volta che ci siamo visti mi ha riconosciuto e siamo entrambi scoppiati a piangere dall’emozione. Sto cercando ogni possibile rimedio, cinese,tibetano, columbiano, perchè non la vorrei così.Poi mi soffermo e penso alla mia vita fatti di errori madornali, ingiustizie colossali, operazioni, tribolazioni a non finire, per poi arrivare ad avere 600 euro di pensione per 45 anni di lavoro veramente ben fatto, sotto titolari tutti del PD che si sono dimenticati di versare i contributi all’INPS o di altri che dovendo versare una somma ne ha versato un decimo, ed arrivo alla conclusione che mia sorella ha trascorso gli ultimi 50 anni molto meglio di me (villa con piscina e tutti i viaggi turistici che voleva) di cui sono molto contento, perchè non è giusto che una persona di qualunque razza e ceto debba non poter godere delle cose belle della vita, ed allora non mi sento di inginocchiarmi davanti ad un altare in suffragio del sig.Bersani, che fra l’altro mi sembra una brava persona (per quanto possa esserlo un politico).

    • Antonio Mauro Saponaro

      Il dott. Vito Crimi sarà lieto di risponderle se scriverà direttamente queste battute sulla sua pagina. Sono giorni che leggo frasi da lecchini verso Bersani solo ora che sta male, le stesse persone fino a ieri lo insultavano. Forse è più coerente chi continua a farlo. Una curiosità, se fosse Vito Crimi a non stare bene, cambierebbe la sua satira?

    • Pietro Terry

      Sono d’accordissimo, non si augura la morte a nessuno, ma i politici (per esempio) invece di augurarla al popolo italiano, la morte te la danno proprio…ma è il mondo…non lo capisco ma è così. Io sono contro un pò tutti, Bersani compreso, ma mi auguro si salvi con tutto il cuore.

          • Bersani, da gentiluomo quale è, avrebbe fatto gli auguri di pronta guarigione a Berlusconi.
            Luca Bottura probabilmente no, visto che gli costa fatica rispondere alla signora Rita con una semplice frase; “Certamente, vale anche per Berlusconi”:
            Detto questo, sono disposto a seguire la proposta di Bottura, pur sapendo che lui non farebbe lo stesso per Berlusconi o Bossi

          • Francesco

            Il punto di rita è chiarissimo : fermo restando il dispiacere per quanto accaduto a Bersani e l’ augurio che si rimetta preso e bene, ricordo il tripudio di tanti quando Berlusconi fu ferito e i brindisi quando si seppe che aveva il tumore.

          • Francesco

            Se per lei, signor Filippo, e per il signor Aresta avere un tumore è come avere un raffreddore, che dirvi? Vi auguro di non avere mai un raffreddore simile anche se comprendereste finalmente che già convivervi è tragico, senza che sia necessario essere in immediato pericolo di vita. Dalle mie parti c’è un proverbio che spiega la vostra posizione: il membro virile nell’ altrui deretano è filo d’origano.

          • Gina

            Brava Linda anch’io la penso così non auguro a nessuno di star male mi auguro che stiano tutti bene ma che cambino il modo di governare l’Italia

      • Luca Bottura

        poi naturalmente si fa che la responsabilità è personale. non avendo mai augurato la morte di chicchessia, tantomeno pubblicamente, penso di potermi permettere un post conciliante. se è concesso, ovviamente

    • Sì. Almeno, per me. Berlusconi è una persona anziana a cui auguro sinceramente di vivere felicemente per il resto della sua vita. Mi pare comunque gli stia andando già abbastanza di lusso, considerata la condanna e il recente articolo su Chi dove risulta che abbia trascorso un felice Natale a casa sua con compagna e cagnetto, diversamente da tanti altri condannati.

    • Federico

      Certo che trovare ogni volta il modo per finire a parlare di Berlusconi.. mamma mia, o è un tarlo o è uno sport (poco salubre). Che noia terribile.

  1. Maria Claudia Monti

    Comportarsi in modo civile vale per tutti e nei confronti di tutti in particolare in situazioni serie , questa non è satira!

  2. purtroppo sono solo il prodotto di una inciviltà maturata e assecondata per anni in italia. vedi sproloqui sessisti razzisti ecc. ecc. ecc. fatti passare per goliardia, vedi personaggi inneggianti all’odio sociale accolti nelle amministrazioni pubbliche e che si sentono oltraggiati se li si osteggia e gridano all’odio sociale e al razzismo nei loro confronti. ma anche a livelli molto più bassi vedi ragazzetti in finte scuole tv che non accettano consigli e giudizi di insegnanti (fasulli, ma quel che conta è la figura emblematica) e insorgono con burina superbia perché fa spettacolo. vedi sbraitamenti insulsi fatti passare per corteggiamenti. questi bei cervelli vuoti che poi si esprimono così su una persona malata sono solo il risultato di questo brodo di coltura. ben rappresentato da politici che non hanno alcun senso dello stato e che se sono al governo plaudono a qualunque cosa dica napolitano, se non ci sono lo affossano anche se dice cose giustissime. politici che pensano che dire la boutade migliore equivalga a fare buona politica. quando ne usciremo? comincio a disperare…

    • Francesco

      Hai raccontato benissimo la situazione politica in cui ci troviamo. Sbraitare per poi fare nulla di concreto, solo criticare l’uno o l’altro

  3. Pierpaolo Floris

    Non ho abbastanza sapone da sprecare per lavare la testa degli asini.
    Che l’Italietta sia piena di cretini ce lo dimostra il fatto che in parlamento, grazie al padrone di Dudù, circoli gente come Razzi e Scilipoti che decidono le leggi per noi.
    Perchè sprecare 5 minuti per scrivere a un cretino quando posso impiegarli per cose molto più nobili tipo scaccolarmi o guardare il video di fiki-fiki ?

  4. Vito Creamy, nel silenzio totale di Grillo (siamo fermi al suo “gargamerda faccia di culo zombi stronzo”) ha fatto il compitino. Ha scritto “auguri di pronta guarigione” su FB e, dopo l’immediato bombardamento di auguri di morte e insulti beceri dei suoi fans (ma si può essere fan di Vito Creamy?), che ha fatto? Ha scritto un altro post con un link a notizie false (imolaoggi… quel sito che fa un articolo razzista inventato al giorno) per dire che “sono stati quelli del PD”… Ma dimmi te a che gente si affida il 25% degli italiani… Desolazione.

  5. Ivano

    E quando si è scritto di tutto alle alle persone colpite da malore come mai nessuno si è risentito? Non stiamo facendo politica, ma vogliamo essere corretti verso tutti, il valore della vita è UNICO! Adesso tutti moralisti…

  6. Dino Giarrusso

    Caro Luca, peccato (davvero peccato, davvero tanto peccato), per il tuo accenno a Vito Crimi in questo post, altrimenti bello, divertente e civile. Peccato, non sai di quanto hai abbassato il livello della tua idea, per non rinunciare a inserirti nella sciacallesca contesa che si è scatenata oggi (gli insultatori incivili di Bersani, e i loro strumentalizzatori, altrettanto disgustosi). So che era solo una battuta, ma anche un satiro, in un momento come questo, avrebbe fatto meglio a rinunciarvi. Infatti non fa ridere, per niente. E giacché parli di Bersani che rischia la vita, era meglio non pensare proprio a fare ridere, peraltro in maniera facile e sguaiata, e citando una persona che ha mandato giusti auguri di pronta guarigione a Bersani stesso. Per una volta, per una sola volta, da tuo ammiratore mi permetto di dirti che (in buona fede, lo so) hai sbagliato, e -ai miei occhi- hai sbagliato davvero tantissimo. Temo che il commento (idiota) di Gianluca Boni confermi la mia impressione. Peccato.

    • Luca Bottura

      ciao dino, tu mi conosci e sai bene che stai dicendo una cosa non vera. io faccio satira, il post mi sembrata troppo serioso, e m’è venuta una riga allegra su un tizio che ricordo davanti a bersani come l’interprete a sua insaputa di una commedia che avrebbe fatto male a tutti noi. crimi non è un fulmine di guerra, pochi istanti dopo gli è scappato scritto un augurio di “guarrigione” e non ha corretto. non c’è altro. non c’è l’intenzione di marcare il linguaggio violento del web e attribuirlo ai grillini, per quanto chiunque abbia occhi conosca il modulo espressivo del leader (siete gnente, siete morti, cadaveri: tutto abbastanza gotico) e sarebbe facile collegare le due cose. io non l’ho fatto, non lo faccio, non volevo farlo. ciao

  7. Donatella

    Ci proviamo dai…peró questo é un buon consiglio rovinato dalla nota finale, cosa serve dare dell’ignorante a Crimi? Puro sport satirico del tutto gratuito in una nota seria…sai credo che a volte la maleducazione si possa esprimere anche senza dire parolacce, e a me fa persino più male. Gli incivili e gli ignoranti mi fanno pena, ma chi usa la propria intelligenza e cultura per mettere in ridicolo il prossimo, in una circostanza del genere, mi fa davvero domandare quale sia in confine fra civilità e inciviltà.

  8. Alessandro Corvi

    Brava Donatella esatto. Che cadutadi stile, e’ un autogol che sottolinea la vera intenzione/mentalita’ di Bottura. Lo fai sembrare propaganda volta a screditare Crimi, sei il peggio del peggio. Satira?…lasciamo perdere.
    Detto questo Forza BERSANI !!!

    • Luca Bottura

      ciao alessandro, la satira è dire cose serie in modo buffo. il testo su bersani non è satirico. il ps su crimi è un buffetto (ma proprio piccino) a un tizio che pochi minuti dopo ha scritto un post augurando la “guarrigione” – testuale – di bersani e che non è universalmente noto per essere un fulmine di guerra. tra le cose che mi piace far notare, c’è il discernimento: augurare la morte a una persona (bersani) e fare un innocuo riferimento al fatto che non ci troviamo di fronte ad eisenhower (crimi) sono cose leggermente diverse. e non è propaganda, lo giuro. è che a me diverte anche fare battute. un caro saluto

  9. S W

    Quella puerile frecciatina a Crimi annienta tutta la lacrimevole sbrodolata sul “volemose bene” e sul rispetto della malattia dell’avversario che la precede. Complimenti.

    • Luca Bottura

      come ho già scritto sopra, io sono un autore satirico e mi andava di stemperare il testo con un ps buffo. naturalmente può non piacere, non è un problema

  10. Brunella 79

    che tristezza invece di essere tutti solidali x un uomo in grande difficoltà a cui gli auguri di una pronta guarigione. ..qui ci si sta sbranando x il proprio orticello! !!!

  11. rossella

    “Una cosa civile” la poteva fare Luca Bottura che, nei commenti, a Rita che domanda ‘Valgono anche per Berlusconi questi gesti di civiltà?’, invece che rispondere con la stessa civiltà che invoca da altri, e cioè ‘Sì, Rita, anche per Berlusconi, ovviamente’, non trova di meglio che un ‘Grazie rita, adoro il profumo del benaltrismo a sera inoltrata’.
    Non vorrei che Luca Bottura appartenesse alla non esigua schiera di quelli che brindarono (su Facebook, pubblicando bottiglie di champagne stappate) alla notizia del tumore di Berlusconi.
    Mi pare che in questa Italia imbarbarita, moralmente e culturalmente, nessuno possa veramente dare lezioni di etica ad un altro. Nessuno. E’ questa la cosa veramente triste.
    Perciò, ‘una cosa civile’, in questo momento, è solo il silenzio.
    Ce n’è tanto bisogno, davvero.

    • Luca Bottura

      ciao rossella, naturalmente non ho brindato al tumore di berlusconi e naturalmente non auguro a berlusconi di ammalarsi. ma se uno scrive qualcosa che riguarda bersani (lui, ma in generale il grado di astio indiscriminato che pervade questo paese, e di cui i social sono soltanto una spia) tirar dentro berlusconi è appunto, a mio modesto parere, il classico esercizio di benaltrismo, cioè un altro importante malanno che affligge tutti noi. spero di essere stato chiaro.

  12. Mi sfugge cosa ci sia di civile nel suggerire che Vito Crimi abbia fatto qualcosa di incivile, come sembra apparire dal testo, ma il concetto di civiltà è ovviamente relativo.

    • Luca Bottura

      ti appare male, ivan. è una banale battuta sul quoziente di reazione non velocissimo di uno che (è l’unico punto in comune col resto del testo) irrise bersani nel corso del celebre confronto. io sono un autore satirico, mi andava di stemperare il testo un po’ serioso con qualcosa di buffo. tutto qui.

      • Simona

        E’ vero Ivan c’è un confine nel concetto di civiltà che forse diventa relativo (quella sottilelinea d’ombra che tocca un po’ in tutte le cose). Io ad esempio, per quanto mi sforzi, non riesco a capire quello del “linguaggio” dei 5stelle. ma come dici tu, è relativo..

      • Hai ragione, ma secondo me l’allusione c’è, o perlomeno io, che forse sono un po’ tardo, l’ho sentita. A me è sembrato che proprio a VC, che è l’unico nome citato, a parte Bersani, si dovesse rimproverare un astio particolare nei confronti di Bersani proprio in questo momento, cosa non vera. Tutto qui.

  13. rosetta

    questa è, purtroppo, l’Italia incivile… la nostra Italia che non può essere diversa, popolata da milioni di incivili… che amarezza. Auguri Pierluigi…

  14. Francesco

    Auguro a Bersani di rimettersi in salute presto. Di persone oneste come lui ne abbiamo molto bisogno in cuesto paese di corrotti di professione

  15. Simona

    Mi fanno sorridere queste domande faresti la stessa cosa per Berlusconi? L’hai fatta per Bossi? Qui si parla di un principio di civiltà fondamentale che vale pressochè per tutti ( sì lo ammetto, quando è morto Erich Priebke ho pensato che aveva avuto l’occasione di diventare troppo vecchio rispetto ai bambini gasati a 8 anni)
    Personalmente quando Bossi ebbe l’ictus non sentii alcun tipo di baldanza interiore, e considero Bossi un “avversario politico”. Avesse un grave malore Berlusconi parimenti non credo sentirei gioia pervadermi. Chiunque sappia cosa è la malattia faccia un pensiero che vada oltre alla politica.
    La nota su Vito Crimi invece Donaltella è geniale, Vito Crimi è in salute e può tranquillamente usare la sua intelligenza e cultura per controbattere, se lo desidera.

    • Donatella

      Geniale? Io penso sia solo una caduta di stile di Bottura, che è un umorista e piuttosto di fare una battuta non si ferma davanti a nulla. Il fatto é che alla fine un post che doveva far riflettere ha spostato l’attenzione su una cosa irrilevante come l’errore ortografico di Crimi, che non sarà un fine statista, ma per l’inesperienza nel ruolo di portavoce e qualche scivolata non gli è stato mai fatto uno sconto, anzi…Comunque se l’argomento era scrivere email ai maleducati, dopo la chiosa di Luca, le polemiche e i commenti inappropriati che sono seguiti, a me sinceramente è passata la voglia…chiudo con una battuta fantastica di Lia Celi: Bersani è lucido e vigile. Il che azzera le sue chances di tornare ad avere peso nel pd. Ciao

  16. stefano

    Meno male che ci sono tanti intelligenti come voi che vi insultate tramite post in questi momenti servite proprio probabilmente non avete di peggio a cui pensare BRAVII

  17. Francesco

    Auguro a Pierluigi non solo un pronta guariggione ma una ripresa totale del ruolo che ha svolto nel suo partito prima di Renzi. Forza Pierluigi siamo tutti,tranne qualcuno, con te

  18. Francesco Pascuzzo

    Forza Pierluigi siamo tutti con te. L’Italia ha bisogno di persone serie come te. Sono berlusconiano ma ti ho sempre stimato come uomo. Riprendi il tuo ruolo politico

  19. Caro Luca, credo potresti passare le giornate nel vano tentativo di esplicitare quelle che erano le tue intenzioni e che, mi pare ovvio, non sono state capite dai più. Per me la tua innocua battuta, perché questo è a mio giudizio, non ha rovinato il post, ma lo ha stemperato. Nella migliore tradizione della satira e, se si vuole, dell’ “una risata vi seppellirà”.

  20. Premettendo che augurare la morte a chicchessia, soprattutto in un momento di salute precaria, sia un gesto miserabile, una cosa davvero civile sarebbe avere il primario di neurochirurgia che di domenica lascia i suoi affetti ed interessi e si precipita in sala ad operarti con la sua equipe in ogni ospedale in ogni città !
    Se il paziente in questione si fosse chiamato Mario Rossi, o Ahmed El Arroui, i suoi sintomi sarebbero stati scambiati dallo specializzando di turno, per intossicazione alimentare e/o abuso alcolico, visto il periodo di eccessi a tavola…
    Mio suocero con perdite ematiche dal retto si è visto fissare una colonscopia fra 6 mesi.
    Se avesse un carcinoma, potrebbe non arrivar vivo all’esame diagnostico.
    Probabilmente questa è una delle tante riflessioni che porta la frustrazione ai massimi livelli e genera poi i messaggi di ingiustificabile odio.
    Quando la gente ha davvero fame – non come molti elettori del pd che fanno tanto i comunisti, ma che si staranno alzando belli pasciuti dalle tavole imbandite del 24 dicembre solo oggi, purtroppo ci si lascia andare anche al piu’ becero qualunquismo.
    P.S.
    Un piccolo gesto di civiltà e buon senso, caro Luca, sarebbe stato evitare l’ennesimo sfotto’ ai 5 stelle anche in questo post, ma capisco che quando si viene foraggiati dal dr. PDe Benedetti, ogni occasione è buona per colpire.
    Sei un eccellente autore satirico, per stemperare con qualcosa di buffo, avresti potuto generare ben altre battute.

    Con invariata stima.

    Maurizio, tuo assiduo ascoltatore. Tuo malgrado.

    • Luca Bottura

      ciao maurizio. a proposito di linguaggio, se mi stimi dovresti trovare le parole per dirlo. il verbo “foraggiare” va benissimo (ogni opinione va bene) ma delle due l’una: o sono un eccellente autore satirico – ho i miei dubbi – e mi segui anche perché, pur avendo un’evidente formazione di sinistra, meno politicamente il pd tutti i giorni (o forse proprio per quello) o non mi stimi proprio. crimi ha irriso bersani e trovo che politicamente, pur avendo, io, fatto bersani alla tartare in millanta occasioni, non valga il venticinquesimo di una sua unghia incarnita. di qui l’innocente motteggio. lo rifarei. ti ringrazio. ciao

  21. Ettore Budano

    Trovo che l’iniziativa di Luca Bottura non sia male.La morte non si augura, altrimenti si è idioti e rispondere per le rime a un idiota è sempre buona cosa.La battuta su Crimi si poteva evitare?Forse, ma è evidente che si tratta di satira e ogniuno la satira la fa come vuole.Personalmente io mi sarei fermato all’apello di risposta.Ma ogniuno è libero, e Luca (con il quale non raramente dissento, anche se lo reputo intellettualmente onesto e spesso divertente) mi sembra che si prenda sempre le sue responsabilità, rispondendo ai commenti e quant’altro.Buon anno a tutti.Pronta guarigione a Bersani.
    Ettore Budano

  22. Paolo B.

    Oggi finalmente, Beppe Grillo ha rotto il ghiaccio su Bersani. Adesso Grillo dice di “aspettare Bersani perché è umano” invece di sostenere che fosse un zombie dopo parecchi mesi… un bel passo avanti.

  23. nicolò

    Non auguri la morte chi non sia pronto a darla! Io ad esempio non auguro la morte a nessuno, mi auguro che qualcuno muoia, ma lo faccio per così dire, per egoismo politico: penso che se qualcuno morisse, di morte naturale (e a chi non capita?) non sarebbe malaccio. La distinzione è sottile, ma mi porta a condividere il giudizio implicito di Luca: ci sono dei grandi ipocriti, dunque idioti, che augurano la morte quando questa si approssima! Se il ricambio politico in Italia può avvenire solo per selezione naturale, sperando che non siano tutti longevi come il compianto Andreotti, io voto la falce anche quando è ancora impronosticabile! Il martello ce lo si dà già ogni giorno sui coglioni!

  24. ma l’ultima riga del suo commento la trova civile ? la civiltà lei la prende in considerazione a seconda dell’appartenenza politica ? io questo la chiamo ipocrisia bella e buona.

    • Luca Bottura

      sì, la trovo civile. è un buffetto satirico a uno che ieri ne ha fatte più di carlo in francia. tra le cose per cui mi batto, c’è la capacità di distinguere tra una battuta satirica (tra l’altro veramente impalpabile, in questo caso) e un augurio di morte. immagino che anche lei coglierà la differenza. cordialissimi saluti

  25. maurizio fava

    bottura, lei ha fatto battutacce su bersani per anni, e adesso fa il buonista politicamente corretto?
    la satira smette di esserlo, quando si deve allineare per forza.
    questa storia della censura o dell’autocensura è abbastanza irritante, per chi non dovrebbe avere riverenze di sorta. Quando morì la Tatcher in molti (non ricordo se anche lei) fecero battute ferocissime, da Ken Loach in giù. Ma nessuno si stracciò le vesti.
    Questo è il paese dei farisei. Viva i pubblicani.

    • Luca Bottura

      io ho fatto battutacce e continuerò nonostante, parlandone da vivo, mi stia anche piuttosto simpatico e penso sia un tipo molto perbene. non gli auguro la morte. credo che non le sfuggirà la differenza. un caro saluto

  26. Angela

    Ti ringrazio Luca Bottura, per il post e per la nota satirica. Ci stava. Non ci stava se il post lo scrivevo io, ma tu sei uno che fa satira. Trovo preoccupanti gli appunti di disapprovazione, ma credo che faccia parte del pacchetto “culturale” di un ventennio. Hanno fatto un “buon” lavoro: abbiamo introiettato benissimo la mentalità da “editto bulgaro”.
    Comunque quello che volevo dire è che nessuno può veramente augurare la morte a nessuno seriamente, è vero, ma francamente penso che a una brava persona come Bersani, con cui si può non essere daccordo certo, l’aneurisma, o qualsiasi altra cosa, dài e dài gli viene! Penso che si è trovato a fare ingiustamente da bers..aglio in una situazione drammatica e assurda del paese! Ero dispiaciuta per lui molto prima che si sentisse male. Lo dico da non iscritta e votante del pd. E non voglio dire altro. Questo è il mio unico contributo. Non risponderò a commenti né inizierò discussioni con nessuno. Grazie e un augurio a Pierluigi!

  27. a me la battuta su Crimi è piaciuta… e secondo me ci stava anche. ha stemperato un po’ il tono “drammatico” e “supponentino” del post… d’altro canto mi rendo conto che sarei il primo in grado di gioire della morte di q.no (quando è morto Priebke siete andati a recitargli un rosario?) ma preferisco farlo nell’intimità di casa mia piuttosto che nel rumoroso web.

  28. Dopo aver fatto questo , più che lecito , prendete i 101 traditori , che prima di tutto hanno tradito proprio lui , oltre che il loro cofondatore Prodi e noi miserrimi italiani …e scrivete anche a loro . Forza Bersani .

Rispondi a Eugenio Annulla risposta