Dove volano le mosche

Standard
(ANSA - SCHIENA DRITTA) La foto segnaletica di Lorenzo Consoli su TzeTze

(ANSA – SCHIENA DRITTA) La foto segnaletica di Lorenzo Consoli su TzeTze

Avevo scritto una cosa anche lunga su Grillo a Bruxelles. Sul fatto che era Belgio ma sembrava Bulgaria. Avevo ragionato sulla credibilità di uno che attacca il giornalismo altrui ed è l’editore, per interposta persona, di ‘sta roba qui, al cui confronto Libero è la pagina della cultura del Times. Avevo aggiunto questo link. E questo. E questo. Avevo stigmatizzato il solito linguaggio autoritario di Peppe (“Chiuderete”), quello classista (“Si trovi un lavoro”) e concluso che Grillo considera i suoi elettori/lettori pure peggio dei politici tradizionali, se li pesca all’amo con il click baiting del NON CI CREDERAI MAI: CLICCA QUI, FATE GIRARE PRIMA CHE LO CENSURINO e poi quando clicchi, sostanzialmente, non c’è mai un cazzo da leggere. Avevo anche scritto paragrafi appassionati sui new media che sono pure peggio dei vecchi, se incassano la pubblicità di Unipol, Telecom, Mediolanum, dei petrolieri e poi dicono che non è colpa loro, che sceglie Google (e allora? Se vuoi preservare la purezza puoi rinunciare quando vuoi). Poi sono andato a vedere quanti follower ha Tze-Tze su Twitter: 19500. L’Unità, che è morta, ne ha 132000. Se davvero i media che vanno male devono chiudere per meritocrazia, fossi Casaleggio senior o junior comincerei a spedire in giro i curriculum.

7 pensieri su “Dove volano le mosche

  1. Bruno

    Caro Luca, nella speranza di trovare sempre i tuoi scritti tra le mie email mi sento di dire grazie ai pochi giornalisti come Te, coerenti e coraggiosi che sono il segno tangibile che un questo strano Paese gli onesti ci sono. Un simbolico abbraccio a Te e ai tuoi Colleghi che sono uno spiraglio di luce in una notte buia che non vuole terminare. Bruno – Verona

  2. Quasi come sempre io condivido e, se ci pensi, il “quasi come sempre” è pure parte del complimento, vuol dire che dopo averti ascoltato, ci penso e ci metto del mio.

    Purtroppo vedo che il meccanismo messo su da Grillo&co funziona benissimo e rende pressoché impossibile non solo avere la tanto agognata vera informazione (creando un mondo diverso, ma ugualmente o anche più pilotato rispetto ai media classici “corrotti”), ma anche tentare di commentare, avere dubbi e criticare una qualsiasi uscita, cosa che è pure peggio a mio avviso. Conosco tanti, anche gente che il cervello ce l’ha e lo usa, che sui temi che potrebbero generare contraddizione con la presunta informazione o la dichiarata presa di posizione grillina, lo spengono volutamente passando sempre subito alla polemica di parte per azzittire ogni conversazione. A mio avviso, a loro modo, proprio per questo schema di non-gioco che hanno reato, blog e compagni fanno davvero più danni di un Libero o chi per lui.

    Un commento anche sui numeri che citi.

    Attento a fare il paragone nudo e crudo fra i follower di Tze-Tze e de L’Unità (ok, è indicativo, chiarissimo) perché i due soggetti funzionano con un meccanismo diverso. Le sparate di Tze-tze e dei suoi amici&parenti citati, hanno carattere “virale”, cioè sono presentati per essere poi riproposti a catena dagli utenti medesimi secondo meccanismi tipici della socialità virtuale (su twitter si direbbe “ritweettati”). Sarebbe interessante conoscere un’analisi di questo fenomeno, per capire davvero quanti leggono un articolo di Tze-Tze dopo la pubblicazione: 20000 circa lo fanno direttamente alla fonte, ma quanti lo leggono per interposta persona? Io sono convinto che Tze-Tze e L’Unità non abbiano lo stesso fattore di ri-diffusione e questo potrebbe anche ribaltare le proporzioni, rendendo lo scenario ben peggiore.

    Scusate quest’ultimo pippone, sono ingegnere.

  3. pierluigi baldacci

    Scusate, ma leggo di pura follia. Grillo non vi piace? Ci sta! Ma le idee? Vogliaamo commentarle una ad una? Prima di farlo, direte la vs. e, dichiarando quale partito seguite, vogliamo vedere se quest’ultimo e’ coerente con la vs. idea? Non posso elencare le migliaia di vavolate fatte da PDL/PD-L ma lìarticolo parla di Belgio=Bulgaria. Trovate Renzi che dicendo “Io sento tutti ma si fa a modo mio, e chi non sta’ con me e contro ….(non ricordo il termine che usa, ma tanto si capisce)” sia meno bulgaro? I giornalisti italiani = Una risata. Sapete anche voi meglio di me che boigottano (il motivo lascio a voi spiegarmelo) fatti politici e/o economici, che evidentemente fanno scomodo a qualcuno. Perche’ non Grillo ma riconosciuti enti internazionali danno la liberta’ d’informazione in Italia piu’ scadente di quella di molti stati africani (136^ o giu’ di li nel mondo). Poi un giornalaio interviene senza la minima vergogna di cio’ che e’ dicendo che Grillo non accetta le domande fatte dai suoi simili. Ma perche’ risponde a tutti quelli provenienti da qualsivoglia paese nel mondo? Probabilmente perche’ convinto che non siano usurpatori del mestiere. Scrive una cosa interessante, cioe’ che trova nei post cose tipo “LEGGI QUESTO PRIMA CHE VENGA CENSURATO” (o simili) e poi trova solo cazzate. E’ vero tante volte, e mi fa’ incazzare. Pero’ non sempre. 1 su tutte. Il M5S e’ stato l’UNICO partito (chiamiamolo cosi’) che in parlamento a chiesto la cessazione del pagamento dei vitalizi per quei ex parlamentari riconosciuti colpevoli di reati (spesso gravissimi come quelli commessi dal Berlusca o Mafia ecc). Da quale giornale/tv/radio avete appreso la notizia? Nessuna. Eppure c’e’ in parlamento una talpa (M5S) che ci comunica (a noi tutti) le porcate che fanno QUOTIDIANAMENTE. Eppur non basta. Semplicemente i giornalai assecondano i loro PADRONI dimenticando di dare la tale notizia. Credo di avere finito lo spazio, quindi vi chiedo :”Ma siete proprio convinti che Grillo sia matto e che dobbiamo dare retta al Berlu-Renzi?”. Siete contenti del futuro che lo sbloccaItalia sta dando al ns. paese? (personalmente ne sono terrorizzato). Fate voi. Siamo in democrazia, ma se non siete pagati da qualcuno, ragionate con la vs. testa e, sono certo, arriverete alle mie stesse conclusioni. PS: I love Italia. Scherzavo, cioe’ va bene amare l’italia ma il mio vero PS doveva essere: Grillo -per me- sbaglia sull’Euro. Vuole un referendum, e sia! Ma e’ lontano anni luce dal convincermi al ritorno ad una moneta insignificante come la Lira. Oggi chi a poca memoria ricorda (sbagliando) i bei tempi con essa. Io ricordo l’inflazione galoppante (anche in doppia cifra) che e’ l’anteprima della bancarotta tipo Argentina. La politica dell’Euro va migliorata, ma non abbiamo una alternativa altrettanto valida. Se c’e’ qualcuno che ne sa una, per favore me lo dica (no la Lira, eh). Scusate la prolissita’

  4. Antonella

    Grazie del pippone, ingegnere. E grazie a te Luca per l’onestà intellettuale e la tua coerenza. Grazie a Lateral e Radio Capital ho ricominciato ad amare e seguire la radio: sempre intelligente, divertente e mai banale.

Rispondi a Antonella Annulla risposta