Del perché lo Ius Soli conveniva pure a voi razzisti

Standard

Siamo nel 2017, quasi 2018.
Gli italiani trombano meno e non fanno figli.
Gli stranieri sì, perché notoriamente si sobbarcano i lavori che noi non vogliamo più fare.
Quelli con un lavoro in chiaro – la minoranza: i padroni italiani preferiscono il nero solo quando è di cassa – versano soldi per le nostre pensioni.
I figli degli stranieri vanno a scuola coi nostri. Parlano la nostra lingua. Imparano la nostra cultura. Grazie alla vituperata istruzione pubblica, pagata coi nostri soldi (e non con quelli che fanno il nero di cui sopra) diventano come noi. Ammesso che sia un vanto.
Hanno gli stessi nostri doveri, ma non gli stessi diritti.
Ora mettiamo da parte per un attimo la banale questione di civiltà per cui tutti gli esseri umani dovrebbero avere le stesse opportunità, quella è roba ideologica per noi zecche rosse.
Facciamone una questione speculativa.
Se lo Ius Soli fosse passato, se avesse cioè superato l’ignavia Pd, lo sbarramento delle Destre, il paraculismo grillino, tutti interessati a quattro voti e non al merito del procedimento, avrebbe regolarizzato 800.000 minorenni figli di stranieri.
Una minoranza dei quali musulmani.
Ora, con l’arietta che tira, vorrei fare una domanda tecnica agli ideologi dell’esclusione: è più a rischio-radicalizzazione un islamico preso a calci in culo o una persona che si sente integrata e difficilmente attaccherebbe la propria comunità?
Conferire pari opportunità a chi è già qui, a tutti i livelli, sarebbe o no un potenziale antidoto alla marginalizzazione che ci ha regalato i terroristi belgi e francesi di seconda generazione?
Vi auguro di non scoprire la risposta quando salteremo per aria per colpa di un ragazzotto cresciuto in Italia ma trattato come uno scarto.
Babbei.

11 pensieri su “Del perché lo Ius Soli conveniva pure a voi razzisti

  1. Pierluigi

    Carissimo Luca, tu esprimi alla perfezione le tue opinioni che peraltro condivido. Ma hai mai sentito fare un’analisi così profonda ad un esponente del PD o di un altro partito della sinistra? A cominciare dall’uso del latinorum: la legge non avrebbe introdotto lo ius soli, ma lo ius culturae. Ora la domanda è: sono ignoranti o stupidi?

    • Leggono i sondaggi, Pierluigi, e valutano le future alleanze, inevitabili, in Parlamento, così come giocano per far fare scivoloni agli avversari scomodi e odiati. Quelli del PD, come tutti gli altri (ti ricordi le unioni civili?). Se la base di Salvini gradisse “il migrante” invece di combatterlo, per dirne una paradossale, cosa andrebbe in giro predicando il buon Matteo? Io dico che sarebbe più inclusivo di Papa Francesco, magari sbaglio.
      Lo ius soli è impopolare (io ci aggiungo un “purtroppo”, ma tanti altri un “per fortuna”) e nessuno quindi ci si vuole imbracare, pochi dichiaratamente, tanti ipocritamente, accampando con le scuse più fantasiose oppure, semplicemente, mancando fisicamente in aula il giorno X per far saltare la votazione.
      Su questo tema, come sul 99% degli altri in ballo, tutti cercano solo consenso, o dei colleghi di altra bandiera, o degli elettori (qui quattro che son rimasti in Italia) e il risultato è quello, squallido, della politica odierna.

  2. Filippo

    Io sono a favore dello ius soli,mi ero quasi illuso che dopo l’approvazione della legge sul testamento biologico magari con un ultimo sussulto di dignità i parla,entari sarebbero arrivati anche all’approvazione di questo disegno di legge.Invece no.Oltre a questo però mi dispiace che non si parli un gran che di quello che sta succedendo a Castelnuovo Rangone,provincia di Modena.Parlo delle cooperative che forniscono i lavoratori alle ditte che lavorano le carni per la produzione di salumi.È ormai da due mesi che assistiamo ad una lotta di vecchio stampo,tra “padroni” e proletari sfruttati al massimo (persone di origine straniera arrivate da poco in Italia ma anche italiani “indigeni”).Tutto ciò accade nella rossa Emilia Romagna,e a quanto pareè meglio non parlarne a livello nazionale ma lasciare che rimanga una piccola sporca guerra locale.4 ex dipendenti di una di queste cooperative sono in sciopero della fame da una settimana.Parliamo anche di questo,oltre all’ignavia di un PD che ha aspettato l’ultimo momento della legislatura per presentare al voto il testo sullo Ius Soli e l’ovvia -purtroppo- opposizione di FI,Lega e 5S con l’unico fine di fare contenta quella parte di elettorato più ignorante e fascisteggiante che non riesce a ragionare lucidamente con la testa ma solo con un’altra parte del corpo (a voi la scelta)

  3. Peter

    Bene, bravo, bis. Ma non si è capito, con chi ce l’hai ? A chi ti stai rivolgendo ? Ancora a qualche illuso che crede che abbia ancora un senso andare a votare questa classe politica imbelle ed incapace che per qualche voto in più si venderebbe anche la madre ? Nessuno escluso chiaramente.

  4. Elio

    Sinceramente la legge sullo Ius Soli proposta secondo me è sbagliata e se fosse passata avrebbe creato dei problemi. Il nocciolo per me sta nella genitorialità, e creare dei cittadini italiani minorenni con genitori stranieri a rischio espulsione creerebbe delle situazioni paradossali. Io sarei stato molto più d’accordo ad accorciare i tempi per la cittadinanza per i genitori e quindi automaticamente per i figli che non creare dei pasticci che avrebbero avuto il solo effetto di far trovare scorciatoie a qualche furbetto e ad intasare ulteriormente i tribunali.
    Dire che va sempre tutto bene perché è nobile il pensiero e fa brutto dire il contrario è una belinata;bisognerebbe valutare con attenzione un po tutte le conseguenze.

  5. AndOrNot

    Ma come fa lei, Bottura, a sputtanare, insultare, denigrare la sua nazione e i suoi cittadini definendo gli Italiani e l’italianità con termini spesso poco lusinghieri e contemporaneamente a desiderare che la cittadinanza sia concessa agli stranieri. Sicuro di voler bene al prossimo? E’ proprio sicuro di voler attribuire agli immigrati quel titolo che tanto desta in lei moti di ripudio e schifo? La bontà di questo suo post è nella brevità, quando avrà la bontà di esprimersi in modi più articolati gliene sarò grato. Per ora continuerò a seguire blog che consiglio ai suoi lettori. http://orizzonte48.blogspot.it/2017/12/oggi-27-dicembre-la-coscienza.html.
    Cordialmente.

  6. Gilles

    È la prima volta che ti leggo e la penso come te, ma penso che sia una mossa apposita per fomentare la guerra tra poveri. Il terrorismo a loro fa comodo. Più che babbei direi infami e neanche poco. Questa è furbizia nella sua forma più cattiva.

  7. Lorenzo

    Caro Bottura, io condivido lo Ius Soli e molte delle tue opinioni, trovo però sbagliata la tua argomentazione. Spingere ad accettare lo Ius Soli stimolando la paura della possibile radicalizzazione di alcuni individui non è una buona ricetta. Bisogna (purtroppo non c’è altra strada) insistere su un discorso di civiltà, cultura e diritti, non tralasciando, certo, anche il nostro bisogno di forza lavoro cui accennavi all’inizio dell’articolo.

    Fomentare la paura per spingere la gente verso una scelta politica è la ricetta classica della peggiore destra.

    Cordialmente

  8. Ros

    Un migrante che arriva regolarmente in Italia, ottiene contratto regolare di lavoro, con conseguente permesso di soggiorno, ove sono annessi tutti i diritti e doveri di un cittadino italiano (sanità, istruzione,giustizia) come avviene in qualsiasi parte del mondo… dopo 5 anni chiede, permesso illimitato ( in Svizzera è analogo al permesso c mentre il primo al permesso b) sei a tutti gli effetti cittadini italiani e puoi richiedere anche la cittadinanza così come avviene in tutte le parti del mondo, così come i figli degli stranieri nati in Italia così come quelli di italiani nati in Svizzera e Germania dalla nascita godono di tutti i diritti di un nazionale. La domanda è lo ius soli a chi giova veramente? se non ottenere da subito teste votanti, o meglio cosa cambia veramente se non regalare la propria cittadinanza impropriamente e senza alcun percorso. Chi nasce in una nazione è un nazionale di diritto e se non lo è subito lo sarà nel rispetto delle leggi, altrimenti se così non fosse io domattina vado a partorire a Montecarlo in modo tale che mio figlio abbia la cittadinanza del principato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *